AZIENDA | JC Global Service

La nostra azienda

L’azienda JC Global Service nasce nel 2014 per la collaborazione di Tecnici provenienti da esperienze maturate nelle più importanti Società operanti nel settore delle costruzioni di macchine ed attrezzature per la perforazione del sottosuolo (geotecnica-consolidamento-ricerche idriche-iniezioni cementizie ad alta pressione-etc.).

La produzione si concentra su tre settori specifici:

  • costruzione di attrezzature per la miscelazione ed iniezione di fanghi bentonitici e miscele cementizie
  • costruzione di macchine per la perforazione del sottosuolo con coppie variabili da Nm 2000 a Nm 20000 in varie versioni (cingolate-su slitta-automontate-ferroviarie-tunneling)
  • costruzione di attrezzature e ricambi di usura quali aste di perforazione-tubi di rivestimento-scarpe-corone-raccordi-piastrine dentate-turbine per miscelatori-etc.

Il nostro Ufficio Tecnico, usufruendo dei più avanzati sistemi di progettazione, è in grado di soddisfare le più svariate richieste inerenti la perforazione del sottosuolo; vedendo la nostra Galleria di immagini potrete notare la realizzazione di macchine molto speciali realizzate anche per il settore marittimo.

I NOSTRI PRODOTTI

IMPIANTI DI MISCELAZIONE ED INIEZIONE

  1. Turbomiscelatore

    Turbomescolatori per la preparazione di miscele cementizie o fanghi bentonitici.
    ll contenitore è provvisto di ingresso per alimentazione acqua, tramoggia per alimentazione cemento, sabbia oppure bentonite.

    Un rubinetto a due vie, a chiusura rapida, consente l’invio della miscela all’agitatore oppure il riciclaggio attraverso un tubo tangenziale che crea un potente vortice migliorando le proprietà colloidali della miscela.

    Sul fondo è installata una turbina azionata da un motore elettrico con albero verticale supportato da cuscinetti a tenuta stagna.

  2. Agitatore

    Sono impiegati per lo stoccaggio temporaneo di miscele cementizie.

    Due pale provvedono a mantenere in sospensione le particelle solide o ad eliminare l’aria presente nel composto; il sistema è azionato da un motoriduttore elettrico con ingranaggi a lubrificazione permanente.

  3. Iniettore

    E’ un’attrezzatura utilizzata per le iniezioni di miscele cementizie preparate per il consolidamento del sottosuolo. Viene utilizzato all’interno di un impianto di miscelazione e provvede ad iniettare fluidi miscelati dal turbo mescolatore e stoccato successivamente all’interno dell’agitatore.

    Disponibili in numerose configurazioni, i nostri iniettori garantiscono elevata affidabilità essendo gli unici sul mercato ad offrire un riporto di cromo duro (di elevato spessore) sul pistone e sulla camicia cemento.

  4. Impianto di miscelazione diesel serie MP/D

    Gli impianti della serie MP/D si sono rilevati, nel tempo, particolarmente indovinati grazie ai ridotti costi di investimento e di esercizio, ed ai tempi di installazione ridotti al minimo.

    Pesi ed ingombri ridotti consentono un agevole trasporto, infatti il telaio è perfettamente in sagoma stradale. Disponibili in numerose configurazioni e completi di quadro di controllo centralizzato, gli impianti MP/D garantiscono un’elevata produttività.

  5. Impiato di miscelazione elettrico serie MP/E

    Gli impianti della serie MP/E si sono rilevati, nel tempo, particolarmente indovinati grazie ai ridotti costi di investimento e di esercizio, ed ai tempi di installazione ridotti al minimo.

    Pesi ed ingombri ridotti consentono un agevole trasporto, infatti il telaio è perfettamente in sagoma stradale.

    Disponibili in numerose configurazioni e completi di quadro di controllo centralizzato, gli impianti MP/E garantiscono un’elevata produttività.

  6. MIX-102 Miscelatore per bentonite

    I nostri miscelatori per la preparazione di fanghi bentonitici rappresentano quanto di meglio possa trovarsi nel settore. Realizzati su solide, ma al tempo stesso leggere e razionali strutture, le nostre attrezzature consentono una elevata produzione oraria di bentonite.

    Disponibili in tre versioni: il MIX-102-D dotato di propulsore Diesel permette di lavorare a lungo e in completa autonomia dal resto del cantiere; il MIX-102-E è la naturale variante a motore elettrico del miscelatore precedente realizzato per chi dispone di un gruppo elettrogeno o di corrente per la sua alimentazione; infine, il MIX-102-EA è un infaticabile impianto a gestione automatica capace di garantire una elevatissima produzione oraria grazie anche alla possibilità di collegamento diretto ai silos di stoccaggio.

MACCHINE DA MICROPERFORAZIONE E GEOTECNICA

  1. Micropali

    Macchine perforatrici cingolate progettate per l’ingegneria civile, in grado di eseguire micropali ed ancoraggi.

    Versioni particolari permettono di operare all’interno di fabbricati e comunque in spazi molto ristretti pur mantenendo caratteristiche di alta produttività.

  2. Geotecnica

    Macchine perforatrici cingolate progettate per ricerche geotecniche, sondaggi esplorativi e pozzi.

    La loro compattezza e la rilevante potenza, permettono operatività comparabili a macchine di maggiori dimensioni e costi.

  3. Macchine su autocarro

    Macchine perforatrici molto versatili, studiate per spostamenti veloci e posizionamenti rapidi.

    Adatte alla perforazione a distruzione di nucleo, elica continua, carotiere ed eventuale uso di SPT.

  4. Mast per escavatori

    Perforatrici oleodinamiche applicate su escavatori idraulici utilizzate principalmente per opera di consolidamento ed ancoraggi.

  5. Microtunneling

    Il microtunnelling è una tecnologia no dig per spinta, idonea per l’installazione di nuove condotte, che consente attraversamenti in galleria di strade, ferrovie, corsi d’acqua, zone soggette a tutela ambientale, ecc. senza necessità di realizzazione di scavi in trincea.

  6. Spingitubo

    Lo spingi tubo chiamato anche pipe jacking è una tecnologia no dig consistente in una trivellazione orizzontale non guidata con successiva infissione di tubi (controtubo o tubo camicia).

    Come tutte le tecnologie no dig permette la posa in opera di condotte interrate senza eseguire scavi a cielo aperto.

    La tecnologia spingi tubo è analoga al microtunnelling ma si differenzia da questa per l’assenza di una testa fresante posta sulla testa di perforazione e per il fatto che lo scavo non può essere direzionato.